Chi siamo Come diventare soci Come contattarci
Parco Nazionale d'Abruzzo Associazione Altrimonti

Natura Trekking Turismo

Incontro con la volpe

Escursioni

Capodanno

Pasqua

Viaggi & Trekking

Scuole

Iniziative

Prima pagina













PROPOSTE DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

E VIAGGI DIDATTICO-NATURALISTICI

USCITE DI UNA GIORNATA CON SEMINARIO INTRODUTTIVO:

- LA NATURA DEL LAZIO.                              

- L'ACQUA E LA SUA VITA.

- IL MONDO DEGLI UCCELLI.                         

- IL VERDE A ROMA.

 

SOGGIORNI DIDATTICI CON ESCURSIONI:

- ISOLA DI ISCHIA.                                           

- ISOLA D'ELBA.

- PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO.    

- VENTOTENE.

- FORESTE CASENTINESI.                                

- COSTIERA AMALFITANA.

ALCUNI NOSTRI PROGRAMMI:

 

UN FIUME FRA STORIA E NATURA:

IL TEVERE

 

La storia di Roma e del Tevere inizia nel giorno in cui Enea, esule e in cerca di una nuova patria, risalendo il Tirreno approdò sulla costa laziale.

Una passeggiata ideale lungo le rive del fiume per raccontare non solo di natura e di tutela ma anche del suo stretto rapporto con la storia, il mito, l’arte e la letteratura.

PROGRAMMA

( 3 incontri in classe + 3 uscite didattiche )

 

La natura

Storia del fiume, gli aspetti geologici e ideologici, le piante riparali e principali adattamenti, il bosco misto; vita animale.

Uscita didattica: Passeggiata naturalistica alla riserva Naturale di Tevere – Farfa.

 

Il fiume e la città

Le inondazioni storiche, gli argini, la natura sui muraglioni, i ponti. Mestieri ed attività legati al fiume nella Roma antica. Il Tevere nel mito, nell’arte e nella letteratura. Gli indicatori biologici e la qualità delle acque.

Uscita didattica: Isola Tiberina e passeggiata naturalistica lungo gli argini.

 

Le attività commerciali

L’evoluzione della costa. Il Tevere come via di comunicazione, il porto romano e le attività produttive. Il fiume come corridoio biologico. Principali specie animali e vegetali, le specie esotiche.

Uscita didattica: Passeggiata naturalistica al porto romano di Traiano a Fiumicino e scavi di Ostia Antica.

 

IL MONDO DEGLI UCCELLI:

Le principali specie dell’avifauna Laziale, stanziale e non, saranno studiate esaminando il territorio in cui vivono secondo i principali habitat divisi per aree altitudinali, climatiche e geomorfologiche. Tutte le lezioni saranno seguite da un ornitologo.

PROGRAMMA

( 5 incontri in classe + 5 uscite didattiche )

 

Ambiente di acqua salmastra

Saline di Tarquinia: il mondo degli uccelli, anatomia, adattamento al volo, il mistero delle migrazioni, i limicoli, gli uccelli di ripa, gli uccelli pelagici.

 

Ambiente di acqua dolce

Vasche di Maccarese: fabbisogno alimentare, adattamento ai diversi habitat, la livrea nunziale, il corteggiamento, la riproduzione, le anatre di fondo e di superficie, i rapaci.

 

Ambiente boschivo

Riserva Naturale di Tor Caldara: riconoscere gli uccelli anche non vedendoli, il comportamento riproduttivo, il canto, i nidi, la ricerca scientifica, la gestione avi-faunistica, i passeriformi.

 

Ambiente antropizzato

Parco Regionale Suburbano della Caffarella: ecosistema urbano, l’avifauna esotica a Roma, il bird-garden a scuola, modelli per la costruzione di cassette nido e mangiatoie.

 

La ricerca scientifica

Monumento naturale di Torre Flavia e visita collezione  ornitologica Ruspoli di Cerveteri: è possibile programmare una uscita didattica in una stazione di inanellamento operante per un programma di ricerca di censimento dell’avifauna Laziale e seguire le varie fasi di cattura, riconoscimento, rilevamento di dati biometrici e rilascio eseguiti da ornitologi.

 

IL MONDO DEGLI UCCELLI:

Questo percorso didattico, tra le ville e i parchi storici di Roma, porterà i ragazzi a scoprire un aspetto della città in cui vivono, spesso non sufficientemente conosciuto. 

 

PROGRAMMA

 

L'ecosistema urbano

Villa Ada: storia del verde di Roma, importanza del verde in città,.le principali ville e la loro storia.

I parchi regionali urbani

Parco Regionale dell’Appia Antica Valle della Caffarella: importanza della salvaguardia floro-faunistica, le piante autoctone e esotiche, biodiversità, i parchi come corridoi ecologici.

 

Roma e le tradizioni erboristiche

Orto Botanico di Villa Corsini e Museo storico dell’ Arte Sanitaria di S. Spirito in Sassia:  principali rimedi nella farmacopea popolare, le erbe nella cucina romana.

 

Paesaggio archeologico e naturalistico

Il Palatino: la flora ruderale, gli adattamenti alle aree antropizzate, riqualificazione e valorizzazione e arredo di un area urbana, gli alberi monumentali.

 

AREE PROTETTE DEL LAZIO:

Poco conosciuta agli stessi romani, la natura del Lazio offre un campionario di ambienti di straordinaria varietà. Dall’Appennino al Tirreno, dalle colline etrusche agli scampoli delle antiche paludi pontine, parchi e riserve tutelano oggi un grande patrimonio di biodiversità tutto da scoprire. Una varietà di ambienti che è ben rappresentata nel Sistema Regionale delle Aree Naturali Protette del Lazio, dove accanto a vasti parchi naturali troviamo ambienti ancora intatti racchiusi tra gli stessi centri urbani, dove alle zone umide di importanza internazionale si abbinano comprensori archeologici inseriti in grandiosi scenari naturali.

 

PROGRAMMA

Escursioni "Una volta al mese"

 

Un incontro introduttivo a scuola prima di ogni uscita: le principali emergenze storiche, la geologia, la flora, la fauna.

Sei uscite (una al mese) di un’intera giornata di visita nella località prescelta. La scelta delle località avverrà in accordo con gli insegnanti accompagnatori per rispettare le esigenze delle diverse realtà scolastiche.

Le aree protette del Sistema Regionale dei Parchi e delle Riserve Naturali possono essere suddivise nei seguenti ambienti.

 

1.             Litorale

2.             Paesaggio vulcanico e sedimentario dell’alto Lazio

3.             Valle del Tevere

4.             Agro romano e Vulcano laziale

5.             Rilievi antiappenninici e appenninici

6.             Sistema Aree Naturali Protette del Comune di Roma

 

LA NATURA DEL LAZIO:

Prendendo spunto ai principali ecosistemi della nostra regione, si studierà il delicato equilibrio che si è instaurato con il passare dei secoli tra l’uomo, il mondo vegetale e il mondo animale.

PROGRAMMA

Ambiente del litorale

Litorale sabaudo: La duna, le piante alofite, la macchia bassa, adattamenti vegetali e animali.


Ambiente di acqua dolce

Riserva naturale Nazzano Tevere – Farfa: ecosistema lacustre; ecosistema ripariale, la vita del canneto, la vita in acqua corrente, gli indicatori biologici, il mondo vegetale e animale.

Ambiente pre - appenninico

Monti della Tolfa: il clima mediterraneo, la gariga, il bosco, il mondo animale, la pastorizia, i fontanili, le orchidee spontanee.

Ambiente montano - appenninico

Parco dei Monti Lepini: il paesaggio appenninico, il bosco misto, la faggeta, le praterie in quota, i licheni come indicatori biologici, i parchi e la pastorizia, tecniche di indagine naturalistica.

 


Altrimonti - Tel. 339 2368625 - Lun-Ven ore 15,00 - 20,00 - altrimonti@tin.it
web designer DP